6 azioni operative per il marketing sui Social Media

Dopo aver segnalato 6 passi “strategici” da seguire per creare un percorso di coinvolgimento, dopo aver deciso quali punti di contatto sul web vogliamo avere per approcciare i social media, adesso passiamo alla praticaccia e vediamo 6 azioni concrete da fare per realizzare la nostra azione di marketing sui SM.

Gli assunti di base sono:
– abbiamo una serie di contenuti le cui parti sono frutto di un ragionamento su target e problema pratico da risolvere (problem to solution scenario);
– abbiamo a disposizione un microsito dedicato al problema da risolvere, un blog aziendale ed un tradizionalissimo sito corporate.
– abbiamo una mailing list di contatti, di quelli normalmente utilizzati per vendere il nostro catalogo. Ce l’hai una mailing list, vero? altrimenti te la devi costruire, le varie presenze sul web servono anche a questo.

Ecco le 6 azioni operative:

1 – Si posta un articolo approfondito relativo allo stato attuale del problema da risolvere sul microsito dedicato al problema da risolvere. Ad esempio se sei un’azienda farmaceutica potresti fare un’articolo sulle ultime ricerche per risolvere il problema dell’alluce valgo (scherzo…);

2 – Il sito web istituzionale metterà in evidenza in home page un lancio relativo al microsito ed all’articolo appena pubblicato;

3 – Una email (1) verrà inviata ad una partizione della vostra mailng list di contatti scegliendo quelli potenzialmente interessati al problema di cui si parla sul microsito. La email conterrà un link all’articolo sul microsito;

4 – L’invio della mail (1) coinciderà con un blog post sul tema che rilancia il tema linkando all’articolo approfondito sul microsito;

5 – Sia nella email (1) che sul blog (sidebar) ci sarà l’avviso che questo non è che il primo appuntamento con una serie in più puntate dedicata a risolvere il problema. Segue invito ad iscriversi (cioè a lasciare la propia email) per ricevere direttamente updates e prossime news sul tema.

6 – Posteremo una domanda aperta su Linkedin o su Twitter, io farei entrambi, relativa al tema di cui parliamo sul microsito, inserendo un link all’articolo del microsito o del blog post, richiedendo ulteriori commenti. Questo in modo da espandere la discussione su altre piattaforme e valutare alcune risposte come contenuti per ulteriori successivi blog post sull’argomento. Qui ho detto Linkedin, può funzionare per aziende business to business, ma potrebbe essere qulunque altro social network o forum o community online pertinente con il nostro tema. Senza esagerare bisognerebbe sceglierne tre o quattro e postare la domanda a ciascuno di questi per ampliare lo spettro.

Sarei portato a dire quasi che nel B2B questo percorso è ancora più facile da realizzare, infatti le informazioni ci sono tutte ed i prodotti o servizi si prestano meglio ad una serie di contenuti di carattere tecnico specialistico più facile da impostare e realizzare.

Postato 10 novembre, 2010 in social media marketing.
Condividi su FriendFeed

Vuoi dire la tua?