Second Life e PS Home, il mondo virtuale va di moda

Second Life

Grande successo a livello mondiale per Second Life, il primo mondo virtuale in 3D. Tanto che adesso anche Sony sta per lanciare una nuova funzionalità per Playstation che richiama il concetto ed il mondo virtuale di Second Life. Si chiamerà Home, puoi leggere qui la notizia.
Su Second Life ci sono oltre 5 milioni di “cittadini virtuali” e ormai molte aziende lo usano per lanci di marketing, conferenze stampa virtuali, e-learning, promozione del brand, ecc. In fondo il costo per comprarsi un’isola con il tuo nome e costruirci su palazzi o negozi, virtuali ovviamente, è infinitamente più basso che nel mondo “reale”. Le piattaforme di virtual reality sono un altro canale tenere presente nel marketing mix. Anzi ci sono aziende che reclutano agenzie new media specializzate nella costruzione e nel mantenimento di avatar e asset virtuali.

Postato 4 aprile, 2007 in Customer Made, Innovare, Innovazione, Trends.
Condividi su FriendFeed

4 commenti

  1. Temo che Second Life e tutti i mondi virtuali in genere, passino oltre al gioco e portino le persone ad isolarsi dentro un mondo irreale dove va tutto per il versto giusto, ma non’è vero… questa è la mia opinione.

  2. Antonio scrive:

    Ciao, scusami se ti rispondo solo ora. Hai perfettamente ragione, la vita vera è quella che si vive nel mondo reale ed i rischi che tu indichi sono purtroppo reali. Quello che penso io a riguardo è che second life e tutto il resto siano solo mezzi, sta a te usarli nel modo migliore e, quando è necessario, spegnerli.
    Penso che lo strumento nonostante i rischi sia valido, frequentare il campus di harvard o del mit attraverso second life, o partecipare (che è diverso da assistere) al lancio della coppa america o alla conferenza stampa del tuo scrittore preferito rivolgendogli delle domande o parlando cinque minuti con lui da casa sarebbero comunque delle belle opportunità, da cogliere. Sarebbero poi opportunità accessibili veramente a tantissimi milioni di persone che oggi non ne possono fruire se non risiedendo in certi luoghi e pagando tantissimi soldi.
    Insomma, non mi lascierei spaventare dagli usi distorti, secondo me le potenzialità positive sono maggiori. Sta a noi non degenerare, come per ogni cosa della vita.
    Grazie per aver scritto, a presto

  3. Invito tutti gli utenti Second Life e tutti gli interessati, che ovviamente lo desiderano, a contribuire ad una ricerca universitaria, dedicando 5 minuti alla compilazione del questionario che trovate a questo indirizzo:

    http://www.makesurvey.net/cgi-bin/survey.dll/10C721942CF642628B4EC4B25915E4DE

    Vi ringrazio per la collaborazione!

  4. Antonio scrive:

    se vuoi lanciare la survey su second life si può fare un post ad hoc. che ne dici? fammi sapere, ciao

Vuoi dire la tua?