Vores Ol e Free Beer, la birra open source

la birra open source

logo cc

Chi l’ha detto che certe tecniche sono fatte per essere applicate solo nei settori della tecnologia? Dalla Danimarca arriva la prima birra Open Source. La Vores Ol (che tradotto significa “la nostra birra”) ha pubblicato la ricetta originale e tutti gli elementi del brand sotto licenza Creative Commons. L’idea è venuta ad alcuni studenti dell’Univeristà di Copenhagen e al collettivo Superflex, nel tentativo di provare ad applicare i concetti OS a prodotti “normali”. Al termine del corso il progetto è continuato sotto il nome di Free Beer Project, utilizzando le ricette Vores Ol.
Così chiunque sia in grado di realizzare una birra può utilizzare la ricetta ed il marchio Free Beer, anche per scopi commerciali. Vedi i dettagli qui.

Il programma, del tutto integrato nell’offerta Vores Ol, mira a creare delle versioni derivate dall’originale ma comunque valide a diffonderne il nome ed il gusto. Associare il nome del prodotto ad una corrente di pensiero molto in voga tra i giovani di mezzo mondo è un buon modo per ottenere visibilità. Il risultato è un discreto movimento, feste ed eventi a base di birra in molte nazioni ed un crescente interesse. E’ possibile acquistare la Free Beer solo qui per il momento, si vende anche la free beer italiana, la Free Beer Gardena da Bolzano!

Postato 25 febbraio, 2007 in Customer Made, Innovazione, Social Business.
Condividi su FriendFeed

Vuoi dire la tua?