Cos’è un processo?

“Come si fa a realizzare un prodotto, o a commercializzarlo?”
“Quali attività devo compiere ed in quale sequenza per ottenere un risultato?”

Un processo è la risposta a queste domande.
E’ una sequenza di passi da compiere per ottenere il risultato che auspico. Per chiarire il concetto ed introdurre i molteplici aspetti insiti nella definizione di processo riporto di seguito alcune definizioni date nel tempo da eminenti studiosi:

Brache – Rummler, 1990: “Un processo di business è una serie di passi per realizzare un prodotto o fornire un servizio”.

Harrington, 1990: “Un processo aziendale consiste in una serie di attività che hanno un input, aggiungono valore ad esso, e realizzano un output (l’applicazione di abilità aggiunge valore all’input)”.

Palma, 1995: “Un processo è un insieme ordinato di uno specifico insieme di attività lavorative che possono essere identificate nel tempo e nello spazio, con un inizio ed una fine e con un input ed un output chiaramente definiti”.

Nelle varie definizioni si possono riconoscere le caratteristiche essenziali di un processo:

a)L’attività: è l’unità elementare del processo. L’attività è l’insieme delle singole operazioni svolte da ogni singolo attore, definibile in termini quantitativi e qualitativi.

b)La sequenza: è l’ordine in base al quale le attività si susseguono.

c)Le risorse: energie personali, finanziarie, macchinari, fattore tempo, in una parola: input. Sono le forze che mettono in moto la macchina e che permettono di svolgere fisicamente le singole attività.

d)Il risultato: La sequenza di attività è volta al conseguimento di un risultato obiettivo (output) che può essere un prodotto, un servizio, un semilavorato, un progetto, qualunque cosa materiale ed immateriale ottenibile attraverso una “lavorazione”.

Il termine processo, nato chiaramente in ambito ingegneristico, proprio per questo suo retaggio viene sovente inteso nel senso di processo produttivo, fisico. In realtà il termine processo, specie se applicato ad ambiti sociali quali sono appunto le aziende, può essere classificato in varie categorie e secondo una pluralità di criteri.
Infine il concetto di processo è un concetto dinamico, cinetico, rappresenta il fare, tanto che…” l’azienda stessa è l’insieme dei suoi processi” (Fazzi, 1975).
La dinamicità del concetto di processo si contrappone a quello statico di capacità produttiva, intesa nel senso dell’insieme di macchinari, uomini e strutture di cui l’azienda dispone.
Infatti, l’insieme dei capannoni e delle risorse rappresenta ciò che l’azienda potrebbe fare potenzialmente; l’insieme dei processi rappresenta invece ciò che l’azienda fa effettivamente.

Postato 24 aprile, 2005 in Progettare, Strategie.
Condividi su FriendFeed

Vuoi dire la tua?